Home
Accedi
Contatti
Documenti
v


Iscrizioni chiuse

Istituti di tutela: aspetti generali e giuridici. Approfondimento per gli amministratori di sostegno. Tutela di minori disabili e stranieri



Dal 02/10/2020 Al 02/10/2020
Durata del corso: 8 ore in 0 giorni
Edizione: 1
8 crediti formativi
Massimo 30 partecipanti previsti
Quota iscrizione: € 0,00


Rilevanza:

Il codice civile prevede che un  soggetto, perché minorenne (senza figure genitoriali adeguate) o maggiorenne non capace di provvedere ai propri interessi, venga supportato nei propri bisogni di cura e di gestione del patrimonio attraverso strumenti di tutela, curatela e amministrazione di sostegno.

Di fatto, sono quasi passati in secondo piano i procedimenti di interdizione (art. 414  c.c.) e l’inabilitazione (art.415 c.c.) a favore dell’amministratore di sostegno (art. 404 c.c.) , salvo in ambito minorile dove si continuano a nominare tutori e curatori.

La legge °6 del 2004, che  ha istituito l’amministrazione di sostegno quale istituto di protezione giuridica, ha impresso un forte cambiamento culturale, in quanto ha comportato il passaggio dalla cultura della tutela alla cultura della protezione, dalla sostituzione all’affiancamento, dalla negazione totale del diritto ad agire alla salvaguardia delle minime possibilità di azione. Lo scopo di detta norma è organizzare una forma di sostegno per i bisogni reali della persona, considerando anche le altre protezioni di cui gode (familiari, sociali e quelle che conseguono alla patologia); il tutto visto nella prospettiva di applicare limitazioni capacità di agire del soggetto, soltanto laddove occorra. In tale ottica, molto delicato si rivela dunque il ruolo che gli assistenti sociali, gli operatori sociali,  i caregiver e tutti coloro che a vario titolo hanno rapporti col soggetto debole, devono rivestire per individuare i suoi effettivi bisogni di protezione.

 

Finalità:

Il percorso formativo vuole illustrare in maniera organica i principali strumenti che l’ordinamento giuridico offre per garantire e per migliorare la qualità di vita delle persone in difficoltà o con ridotta autonomia , quando il contesto familiare di riferimento non sia in grado di svolgere funzioni di protezione, assistenza e cura, anche in maniera temporanea.

 

Obiettivi specifici:

Fornire una formazione adeguata e specifica agli operatori , al fine di permettere loro di intervenire, nei rispettivi settori di riferimento, con maggiore conoscenza della materia e delle procedure da seguire.
Fornire conoscenze teoriche e pratiche sui procedimenti di nomina di tutore, curatore e amministratore di sostegno , sui i loro compiti ed obblighi e sul ruolo centrale che assume l’assistente sociale e gli altri operatori in ambito socio sanitario nel far emergere e rilevare i bisogni e nella procedura da avviare.


Obiettivo formativo ECM:

2 - Linee guida - protocolli - procedure


- Psicologo
- Assistente Sociale
- Pedagogista
Responsabili Scientifici:

GIAMBIRTONE Alessandra




Docenti/Relatori:

ARTIMAGNELLA Fabio


Biagi Giuseppe
Psicologo Psicoterapeuta - Giudice Onorario presso il tribunale per i minorenni di Catania


Lombardo Graziella
Comune di Catania - Assitente Sociale specialista con incarichi prevalenti nell'area minori - Giudice Onorario presso il tribunale per i minorenni di Catania


La Cittadella dell' Oasi
C.da San Michele - 94018 - Troina (Enna)
Coordinamento didattico:

TOMASI Carolina
Responsabile U.O.S. Formazione Permanente e ECM – IRCCS Oasi Maria SS. – Troina (Enna)


Informazioni:


Segreteria Organizzativa:

LEANZA Salvatore
U.O.S. Formazione Permanente e ECM – IRCCS Oasi Maria SS. – Troina (Enna)


Informazioni:


Segreteria corso:

Nessun allegato presente